Fotografia professionale

La Fotografia professionale

Cosa fa la differenza tra fotografia e fotografia professionale? Si sa che fotografia significa scrivere con la luce. È un modo di comunicare attraverso le immagini. Ma si può scrivere in molti modi. Si può scrivere poesia, slogan, narrativa, saggistica, manuali operativi, etc. etc.. Comunicare attraverso le immagine ha lo stesso senso. Ci sono foto che ritraggono la realtà e foto che invece hanno un senso che va letto, interpretato e capito. Immagini tecnicamente aderenti alla realtà ed immagini cone effetti vari. Insomma la fotografia può essere varia. La fotografia non è sempre una forma d’arte, ma può essere un ricordo o comunicare una informazione. Ma può anche essere più cose insieme. Questo è quello che cura il fotografo professionista.

Fare fotografia può aprire nuovi orizzonti. La formazione del fotografo influisce molto. Chi vive di fotografia, come i fotografi professionisti, non è necessariamente più bravo di chi lo fa per passione. Ci sono fotografi “amatoriali” che fanno bellissime fotografie. La differenza sta nella professionalità, nella capacità di soddisfare il cliente, di essere sempre presente e disponibile per i cliente. Di essere pronto ad ascoltare i clienti per trovare la migliore soluzione e risolvere i problemi.

Quindi fare belle fotografie, non basta. E poi quando si può dire che una fotografia è una bella fotografia? Be’, è una bella domanda… e probabilmente non c’è una risposta. Ci sono critici professionisti che analizzano le fotografie, ma non sempre quello che piace ai critici piace ai clienti e viceversa. Il fotografo professionista è una figura quindi a cui affidarsi. La professionalità si riconosce nel saper approcciare il cliente, nella serietà e non solo risultato finale. Certo affidarsi al fotografo professionista può essere più costoso, ma la qualità e la certezza del risultato a fare la differenza. In merito potete guardare questo video dell’associazione dei fotografi professionisti italiana.

Pin It on Pinterest